Progetti: Anno 2023

Tutti i progetti attivi nel 2022 sono stati riconfermati e proseguiranno anche durante il corso del 2023.

In quest’anno si sta lavorando alla costruzione di un campo di calcio di dimensione regolamentare nel villaggio di Jambiani.
L’opera complessa prevede cinque fasi:

1) trasporto su un terreno concesso dalla comunità di kibidgya di otre 1000 metri cubi di terreno per una configurazione del campo
2) recinzione dell’intero rettangolo di gioco con fondazione alla muratura ed intonaco e installazione di cui cancelli d’ingresso
3) costruzione di tribune lungo tutta una parete del campo ed intonaco scavo di un pozzo per la fruizione dell’acqua necessaria
4) costruzione di uno spogliatoio completo di impianto idrico ed elettrico e servizi
5) costruzione di un piccolo sito quale deposito di attrezzi e varie

Si prevede che il tutto possa essere completato anche con l’intervento di manodopera gratuita del villaggio entro i primi mesi del secondo semestre dell’anno in corso.

Costruzione di una nuova aula per l’asilo di Uzi.

Progetto di ristrutturazione per l’asilo del villaggio di Mujuni.

Costruzione di una nuova aula per l’asilo Uzi 2.
Durante le visite condotte con i volontari Alfonso, Giulia, Gaetano e Andrea a Jambiani, il corpo insegnante ha avanzato la richiesta di costruire una nuova aula per far fronte al notevole aumento dei bambini frequentanti l’asilo.

Considerato che i bambini sono oltre 220 e che le aule esistenti risultano insufficienti, si ritiene possibile soddisfare tale richiesta. Dopo contatti con il nostro fiduciario Juma e il costruttore, è confermato il lavoro da eseguire, l’ubicazione precisa, il progetto e il costo.

Così, si dà inizio a questa nuova aula.

Nuovo corpo dell’asilo di Uzi e Unguja Ukuu

Siamo tornati a Jambiani con la compagnia di due nuovi volontari, Arianna ed Antonio, entusiasti di fare nuove esperienze e di valutare i risultati del nostro impegno nei villaggi a sud dell’isola.

Ci aspettano i bambini, le maestre, i rappresentanti dei villaggi, che incontreremo come al solito accompagnati dal nostro fiduciario, portatore di tante novità.

La sorpresa più grande è rappresentata dal fatto che il nostro impegno nel promuovere l’istruzione, simboleggiato dall’asilo che abbiamo fondato in questi anni, sta dando i suoi frutti. Le mamme non hanno più paura o esitazione nel mandare o portare i bambini all’asilo. Di fronte a questa crescita numerica esponenziale (siamo oltre 1300), le aule non riescono più a contenere tutti.

Forse anche il Ministero dell’Istruzione si è reso conto della situazione e sta cercando di autorizzare e finanziare l’ampliamento di alcuni siti scolastici in alcuni villaggi. Abbiamo verificato questo nel villaggio di Unguja Ukuu e nei villaggi di Uzi.

Anche in questi casi ci è stato chiesto di contribuire e noi non ci siamo tirati indietro. Le foto di Unguja ed Uzi mostrano lo stato dei lavori.

Nuovo corpo asilo Uzi e Unguja Ukuu

Ci aspettano i bambini, le maestre, i rappresentanti dei villaggi che incontreremo accompagnati come al solito dal nostro fiduciario che è la torre di tante novità.

La sorpresa più grande e rappresentata dal fatto che il nostro seme (asilo) piantato in questi anni sta dando i suoi frutti.

Le mamme non hanno piu paura o reticenza di mandare o portare i bambini all’asilo e di fronte a questa crescita numerica esponenziale (siamo oltre 1300) le aule non hanno piu una normale capienza.

Forse se n’è accorto anche il ministero dell’istruzione che dove possibile sta cercando di autorizzare e di dare un piccolo aiuto finanziario perche alcuni siti scolastici di alcuni villaggi vadano ampliati.

Lo abbiamo verificato nel villaggio di Unguja Ukuu nei villaggi di Uzi. 

 Anche in questi casi ci e stato chiesto una compartecipazione e noi non ci siamo tirati indietro.