Anno 2019

Data progetto: Dicembre 2019

L’attenzione viene focalizzata su un nuovo asilo, “L’ASILO DI MFUMBWI” a Zanzibar, dove durante il sopralluogo tenutosi a Marzo sono stati programmati i lavori per la riqualificazione gestione e organizzazione del nuovo asilo.

L’ASILO DI MFUMBWI FINO OGGI:

  • La struttura è composta da due aule al momento adibite a spazio ricreativo per bambini (gestiti da una mamma del villaggio) ed il pomeriggio, a volte, per le lezioni della scuola coranica.
  • L‘entrata dell’asilo è in pietra porosa, aspetto che comporta una enorme
    difficoltà ad avere accesso al cortile esterno.
  • Il pozzo è al momento adibito a discarica (tra i problemi più grandi, all’interno dei cortili degli asili viene spesso bruciata la plastica).
  • Dal cortile esterno è possibile avere accesso all’acqua, ma il tubo perde ed è otturato (esce un filo d’acqua).

I LAVORI PROGRAMMATI PER L’ASILO DI MFUMBWI:

  • Verranno cambiati i giochi;
  • Verrà chiuso il pozzo;
  • Il cortile verrà pulito e recintato;
  • I bagni (attualmente 2) verranno demoliti e ricostruiti;
  • I bagni diventeranno 4;
  • Le aule verranno ridipinte ed i banchi ricomprati;
  • Il tetto ed il contro-soffitto verranno cambiati e pitturati;
  • L’impianto idraulico verrà risistemato;
  • Le pareti esterne verranno stuccate e dipinte.

I lavori di ristrutturazione termineranno tra alcuni mesi.

PER APPROFONDIMENTI: Progetto MFUMBWI

 

PROGETTO ELENA D’AMANZO

A Elena D’Amanzo è intitolato il progetto di Gocce d’Amore in collaborazione con Zanzibar Outreach Program.

Nella precedente visita a Zanzibar è stato stipulato un accordo con i medici volontari di Zanzibar per effettuare visite mediche gratuite a tutti i bambini ospiti degli asili. Quello che pubblichiamo è il programma delle visite che si terranno nel 1° quadrimestre e si ripeteranno nel 2° e 3°.

ZANZIBAR OUTREACH PROGRAM:

 

 

Cari amici sostenitori,
Siamo ritornati nei villaggi di Zanzibar …
Nove volontari che formeranno due squadre di lavori presso i nostri asili e che non vedono l’ora di iniziare recandosi a piedi nel villaggio di kibidjia quattro volte al giorno sotto il sole , per poi iniziare nel villaggio di Uzi lavorando tutta la giornata del venerdì e sabato.
Io e Peppe a seguire con occhi discreti ma attenti a questo fermento che finito il loro impegno continuerà nei giorni successivi con la visita al pollaio ed a tutti gli asili, l’ultimo, l’asilo di Jumbi, tre ore prima del volo di ritorno.
A posteriori abbiamo visitato il loro lavoro e siamo rimasti entusiasti per i disegni bellissimi che hanno riempito le pareti spoglie e guardando le loro foto felici per come il loro sorriso avesse contagiato le maestre e l’intero villaggio.
Non abbiamo voluto portarli per mano come accaduto in altre occasioni ma Investiti dalla responsabilità ci ha fatto piacere scoprire il loro valore nell’organizzarsi, nell’ essere coesi e nel rispetto dei ruoli nelle mansioni scelte.
Auguriamo una buona lettura e grazie per la vostra generosità e fiducia che vediamo ripagata nei sorrisi dei bambini nell’entusiasmo delle maestre e di tutti i villaggi in cui siamo presenti con le nostre iniziative.
Franco e Peppe

Per approfondimenti: REPORT MARZO 2019

 

VIAGGIO DI VOLONTARIATO OTTOBRE 2019

L’aiuto è una risposta concreta a un evidente bisogno.
Dietro ogni viaggio di volontariato vi è tale consapevolezza: andare sul posto per vedere, dove vedere non è un’azione fine a se stessa, ma corrisponde al sapere – un po’ come la voce verbale οἶδα dei greci: so perché ho visto, e la voglia di sapere ti fa partire con una valigia piena di domande: come reagiranno i bambini e le maestre ai giochi che faremo negli asili? Guarderanno incuriositi i libretti da noi preparati? L’ultimo asilo è pronto per essere inaugurato? Come sono andate le visite mediche? Quali i bisogni sanitari a cui può rispondere il progetto Elena D’amanzo? Nelle pagine che seguono non troverete una sola risposta, ma punti di vista differenti di otto ragazzi che non hanno mai smesso di mettersi in gioco, vedere, confrontarsi e conoscere.

Il bilancio si chiude in positivo: i bambini si sono divertiti, l’ultimo asilo è stato inaugurato e grazie al progetto Elena D’amanzo nei prossimi 4 mesi saranno effettuate visite oculistiche e si prevede la progettazione di mobile camp aperti a tutto il villaggio.
Consapevoli di ciò che si è visto qual è, tornati alla base, il passo successivo? Essere visionari! Vedere oltre partendo dai bisogni senza mai anticipare i tempi di un’isola il cui ritmo, che a noi sembra pole pole, non ha mai smesso di andare a tempo.      Diana

Per approfondimenti: REPORT OTTOBRE 2019

  • Condividi