Anno 2011

Data progetto: Dicembre 2019

All’inizio dell’anno in corso le nostre preoccupazioni erano rappresentate dalle risorse che dovevamo recuperare per il regolare svolgimento delle attività negli asili  il sostentamento dei bambini e delle insegnanti, materiale didattico ecc…

I bambini ospiti degli asili in funzione erano in totale  oltre 500 (Asilo di Mwendawima 50—Asilo di Kibuteni 60—Asilo di Unguja Ukuu 100—asilo di Charawe 65—Asilo di Uzi 50—Asilo di Sogeani 120— Asilo di Mtenda 70—)

Un numero costantemente in crescita pertanto il primo semestre dell’anno abbiamo nei nostri incontri con le comunità fatto intendere che le spese correnti non potevano essere aumentate e che per altri asili pur riconoscendone le necessità bisognava attendere,in quanto dovevano essere accantonati delle somme per un graduale sistemazione delle opere temporanee, come recinzione e servizi che necessariamente andavano sistemati insieme a lavori di manutenzione corrente.

Nell’Aprile 2011 la nostra associazione prendeva in considerazione un offerta di collaborazione sul territorio della Tanzania e precisamente in un villaggio a 20 Km dalla città di MWANZA posta su una riva del Lago Vittoria. In Tanzania nonostante vi siano molti gruppi di volontariato laici e religiosi che operano nel settore esiste un notevole fenomeno relativo all’abbandono dei minori anche in tenera età che nel tempo e con la loro crescita diventa una grande piaga sociale costituita da innumerevoli ragazzi di strada che entrano in un circuito criminale

Siamo stati contattati dalla associazione HISANI che opera con una casa di accoglienza a Lukobe  villaggio vicino Mwanza ospitando circa 80 bambini abbandonati in tenera età a loro affidati dal Ministero. Il responsabile di questa associazione ci ha offerto di subentrare in un progetto che prevedeva il completamento ed il riattamento di un esistente immobile che potrebbe raccogliere altri bambini da zero a sei anni .

L’opera ed i costi da sostenere saranno suddivisi in varie fasi :—verifica e sistemazione delle strutture esistenti—sistemazione degli arredi interni—impianto elettrico con pannelli solari—fornitura acqua—l’opera finita dovrebbe includere un locale dormitorio maschi/femmine completo di bagni e docce—un locale piccolo adibito ad infermeria—un locale adibito a trattenimenti ludici scolastici—un refettorio con piccolo deposito —sistemazione dell’area esterna e relativa recinzione.

Nel mese di luglio veniva sottoposto ai soci l’intero progetto ed il relativo impegno economico preventivato e nel mese di settembre ci recavamo sul posto per una verifica degli ultimi dettagli ,la stesura di un contratto con Hisani e concordare le date i tempi ed i lavori a farsi.

  • Condividi