Progetto Elena D’Amanzo – 1° mobile camp

18 Gen 2020

“Oggi abbiamo finalmente potuto vedere la realizzazione di un mobile camp. Siamo partiti la mattina per Uzi, dove, al nostro arrivo, abbiamo trovato già tutti i dottori operativi e tantissime persone già lí dal mattino in fila. Hanno avuto la possibilità di farsi visitare occhi, orecchie, denti e prevenzione del cancro al seno.

Il tutto era dislocato nelle varie aule della scuola, e in concomitanza i bambini dell’asilo sono stati visitati per verificare la necessità di un intervento alle orecchie.

Ci ha piacevolmente stupito l’enorme partecipazione del villaggio. Quando siamo andati via risultavano 600 registrazioni per l’accesso alle visite mediche. Con oggi abbiamo constatato la professionalità con cui ZOP ha mantenuto l’impegno preso con noi. Nell’intervallo, verso le 12:00, siamo stati invitati all’inaugurazione di una costruzione adibita a infermeria d’emergenza e di opere idrauliche realizzate per portare acqua nel villaggio, realizzate da una ONG tedesca, in collaborazione con ZOP.

Sì conclude quindi il viaggio, fondamentale per accertare che i soldi siano ben spesi e che i villaggi abbiano accolto in modo positivo questo progetto.

Ora l’obiettivo principale di gocce d’amore, di portare il villaggio nell’asilo, inizia filamente a prender forma!

Ringraziamo ZOP, i medici, GOZA ONG e soprattutto gli abitanti del villaggio.

Un grazie speciale a Juma che è sempre fondamentale nella realizzazione di tutto ciò ”

Franco e Federico.

  • Condividi